Condannato a sei annidi reclusione con il rito abbreviato, il ginecologo Andrea Cozzolino di Scafati finito nel mirino delle cronache per avere convinto una minore a partorire e poi a vendere il piccolo per 25mila euro. Il bebè venne fatto nascere alla clinica Santa Lucia di San Giuseppe Vesuviano, dove il medico lavorava insieme con il centro convenzionato Sant’Anna di Caserta.

Naturalmente le strutture ospedaliere risultano completamente all’oscuro dell’accaduto: i fatti nel 2012, con una ragazzina che si rivolge allo specialista per un aborto. Ma il medico riesce a convincerla a partorire per poi vendere il bambino ad una coppia di Sant’Egidio del Monte Albino che non riusciva ad avere figli.

L’arresto del ginecologo avvenne a maggio dello scorso anno, quando proprio un’azione della clinica sangiuseppese scoperchiò il vaso di pandora. Il piccolo, intanto, è stato affidato ad un’altra coppia di genitori.

ginecologo