I carabinieri della stazione di Palma Campania, insieme a colleghi del nucleo operativo del gruppo tutela lavoro di Napoli, hanno svolto un servizio di contrasto al fenomeno del lavoro sommerso, denunciando in stato di libertà un 32enne bengalese, residente a Palma Campania.

l’uomo è titolare di un opificio tessile sito in via Macello che, dai controlli, risulta sprovvisto dei requisiti di salubrità e sicurezza previsti per i luoghi di lavoro, con alle proprie dipendenze lavoratori stranieri irregolari sul territorio dello Stato e tra cui persino un minore di 16 anni.

Durante il servizio, oltre a denunciare a piede libero 5 stranieri tutti bengalesi perché irregolari sul territorio dello Stato, sono state contestate sanzioni amministrative per 29mila euro ed è stata sospesa l’attività.

fabbrica carabinieri