Svolta a Terzigno contro lo sversamento illegale di rifiuti. Il 16 giugno, infatti, in città parte il sistema di videosorveglianza contro il “sacchetto selvaggio” e lo scarico di scarti speciali nelle strade e nel verde della città.

A comunicarlo il Comune di Terzigno, che accelera contro la piaga delle discariche a cielo aperto attraverso l’accordo con Sogesid, azienda che sta bonificando alcune aree della città. Ed in tal senso, l’Amministrazione annuncia anche che il 30 giugno partirà la gara per il progetto di pulizia a valorizzazione di Cava Ranieri.

Gli occhi elettronici saranno sistemati nei luoghi maggiormente sensibili alla problematica dello sversamento: in pieno Parco del Vesuvio ma anche in città. Punizioni esemplari per i colpevoli che saranno arrestati così come impone la legge sulla Terra dei Fuochi.

rifiuti discarica