Home Notizie Pd-sindaco, arriva la controreplica: ad Ottaviano s’infiamma la polemica

Pd-sindaco, arriva la controreplica: ad Ottaviano s’infiamma la polemica

Non si arresta la polemica tra il Pd di Ottaviano ed il sindaco Luca Capasso, che ieri ha replicato duramente ad un manifesto affisso dai Democratici cittadini: «Colgo spunto dalla reazione alquanto scomposta che ha seguito, anzi forse è meglio dire ha preceduto, il manifesto del Pd, affisso per le strade cittadine, per fare alcune considerazioni – spiega il coordinatore di Ottaviano, Giorgio de Matteis – Riconosco che negli anni passati il Partito Democratico di Ottaviano ha commesso una serie di errori, tra i quali forse il più grave è stato quello di perdere il contatto con i suoi elettori e con i concittadini, in un momento di contingenza economica di crisi che richiedeva, se non altro, un ascolto maggiore».

«Ammetto, pure – continua – che alcune scelte operate dalla amministrazione Iervolino possano essere state opinabili, ma sottolineo anche che la Giunta del sindaco Capasso in molti campi ha attuato politiche in continuità con quelle della tanto vituperata amministrazione di centrosinistra. Si pensi alle politiche per gli anziani, alle politiche sociali, a quelle giovanili. Persino le politiche riguardanti il verde pubblico attuati da questa amministrazione prendono avvio da un provvedimento, che ha la firma di quella esperienza di governo. Per non parlare di quelle scelte che, a mio avviso, la precedente amministrazione ha attuato per l’infanzia, nel campo della raccolta differenziata, in un momento in cui l’intera regione era sommersa da cumuli di spazzatura. Abbiamo commesso degli errori di valutazione per i quali abbiamo pagato il prezzo più alto: la sconfitta elettorale delle scorse amministrative».

«Adesso, però – insiste de Matteis – abbiamo cominciato un percorso nuovo, a livello nazionale e locale, e lavoriamo per riconquistare la fiducia dei nostri concittadini. Ad essi chiediamo di dare forza al cambiamento in atto, attraverso il contributo delle loro idee e la partecipazione attiva alla vita politica della città, sicuri che Partito Democratico di Ottaviano potrà essere considerato, nuovamente e rapidamente, un punto di riferimento anche nel nostro territorio. Abbiamo ammesso i nostri errori. Adesso, però, faccia autocritica anche chi, in passato, dai banchi dell’opposizione ha omesso di esercitare i propri poteri di vigilanza e di controllo».

«Con il manifesto affisso in queste ore, fermamente convinti di non dover recedere di un passo rispetto al nostro legittimo ruolo di forza di opposizione – conclude il coordinatore del Pd – abbiamo ritenuto che fosse nostro dovere evidenziare alcune problematiche relative a questioni non risolte. Questioni relativamente alle quali, secondo noi, ci permetta il nostro sindaco di riprendere uno dei suoi più ricorrenti slogan, i fatti non parlano. Attendevamo risposte nel merito, che forse ci avrebbero spiazzato, ma abbiamo ricevuto solo una sterile reazione».

Posting....
Exit mobile version