Lite per un sacchetto, netturbino aggredito finisce in ospedale


458

Uno sconosciuto, senza un apparente motivo ha aggredito un netturbino colpendolo a pugni in faccia. L’operatore ecologico è finito in ospedale, l’aggressore è fuggito a bordo della sua auto lasciando a terra la vittima della sua follia. È accaduto in via Polveriera a Nola.



Il netturbino impiegato presso la ditta che serve il Comune, era intento come sempre nel suo lavoro raccogliendo i sacchetti lasciati dai cittadini ai margini delle proprie abitazioni quando improvvisamente un uomo che non aveva mai visto prima gli si è avvicinato, ha finto di chiedere spiegazioni sulla raccolta differenziata, poi si è lamentato per un sacchetto non raccolto all’inizio della strada, e così dal nulla senza un motivo apparente gli ha inferto un violento pugno in faccia mandandolo a tappeto.

L’operatore ecologico è stato immediatamente soccorso da un medico che stava passando in via Polveriera in quel momento e che gli ha prestato le prime cure. Subito dopo è giunta l’ambulanza del 118 che ha trasportato lo sfortunato netturbino al vicino ospedale Santa Maria la Pietà di Nola, dove gli è stato diagnosticato un trauma cranico e ferite lacero contuse al cuoio capelluto.

netturbini

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE