Un impianto di digestione anaerobica nella periferia cittadina, insomma ancora rifiuti. Ma i cittadini sono pronti a protestare duramente. L’allarme arriva dal “Coordinamento 18 Gennaio che rilancia la ribellione contro il dispositivo da realizzare nei pressi di via Passatiello del Feudo, non lontana dalsito di trasferenza tuttora attivo.

«Siamo pronti ad alzare le barricate – fanno sapere gli attivisti – l’impianto accoglierà la frazione umida dei rifiuti solidi urbani, e dopo il procedimento di gassificazione è naturale che nell’ambiente finiranno microparticelle dannose».

Secondo le ultime notizia il cantiere per realizzare il sito dovrebbe partire entro l’anno prossimo ed oltre a Pomigliano d’Arco usufruiranno del sito anche i comuni di Acerra, Brusciano, Casalnuovo, Crispano, Casoria, Caivano, Castello di Cisterna, Frattaminore e Volla.

 gassificatore