Festeggiamenti trash, esposto e interrogazione parlamentare contro Abete


285

Un esposto al commissario prefettizio che sta guida attualmente il Comune di Sant’Anastasia, e un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno. Sono le iniziative intraprese dall’opposizione, in seguito alle polemiche scaturite dalla nottata di festeggiamenti per l’elezione a sindaco di Lello Abete. In particolare, gli esponenti della minoranza – perlopiù membri del Pd, a cui si è aggiunto il candidato sindaco dell’Udc Paolo Esposito – chiedono di far luce sull’utilizzo di un’auto della Polizia Municipale nel corso del corteo inneggiante al neo sindaco Lello Abete. Un episodio immortalato da un video subito rimbalzato sulle pagine Web dei giornali nazionali e locali.



Al commissario, il vice prefetto Anna Nigro, i firmatari chiedono di «valutare i fatti sopra descritti e documentati dagli allegati che unitamente al presente si trasmettono, in particolare se l’uso del mezzo in dotazione alla Polizia Municipale possa essere ritenuto improprio ed illegittimo, in carenza della necessità di tutela dell’ordine pubblico; Voglia valutare l’uso improprio di sirene e lampeggianti in una situazione che non poteva essere considerata di emergenza. Nel corso dei festeggiamenti – si legge ancora nel documento – un gruppo di persone a bordo di un furgone ed altri a bordo di ciclomotori, transitavano davanti al circolo del PD. Da uno dei ciclomotori veniva lanciato un petardo che esplodeva a poca distanza da un gruppo di ragazzi. Poco dopo la detta autovettura della Polizia Municipale transitava in via Marconi con lampeggiante e sirena accesi. Alcune persone cercavano di fermarla per denunciare il lancio del petardo ma l’autovettura non si fermava».

Sull’argomento, anche il deputato Massimiliano Manfredi ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno.  Sulla questione era già intervenuto il neo sindaco, che parlava di «strumentalizzazioni». «Il corteo si è svolto nel pieno rispetto della legalità – aveva protestato Abete -, così come la presenza della Polizia Municipale era stata autorizzata dalle autorità competenti, al fine di garantire l’ordine pubblico. Se qualche persona ha esagerato – aveva concluso – me ne dissocio da subito e chiedo scusa a tutti per il suo comportamento».

 abete vigili

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE