Cambia lo scenario a riguardo del ferimento della donna di 80 anni avvenuto ieri a Boccia al Mauro, frazione di Terzigno ad un passo da Boscoreale. I poliziotti del commissariato di San Giuseppe Vesuviano, infatti, hanno accertato che l’anziana non è stata vittima di un tentativo di scippo finito male, bensì si è trovata al centro di una sparatoria in strada finendo per essere colpita da un proiettile vagante.

Bisogna adesso stabilire chi ha esploso i colpi e per quale motivo, anche se non è difficile pensare alla lunga mano della camorra che nella zona tra Torre Annunziata e la parte interna del Vesuviano sembra essere in fermento così come dimostrato dai recenti ritrovamenti di armi da fuoco e munizioni. Insomma, si tratta di far west tra la gente, nel cuore di un rione popoloso come quello terzignese di Boccia al Mauro. Ancora non è chiaro, tuttavia, se l’obiettivo presunto del raid abbia risposto al fuoco o se invece sia riuscito a fuggire senza conseguenze fisiche. A restare ferita, purtroppo, è stata la povera 80enne che vive nel Nord dell’Italia e che era tornata nella sua città nativa per partecipare al funerale di una parente.

La donna aveva appena abbandonato il corteo funebre insieme al marito, quando ha sentito i rumori degli spari ed ha avvertito un forte bruciore alla spalla. Il “piombo”, infatti, le si era conficcato nell’articolazione. A lanciare l’allarme il coniuge della donna, poi soccorsa dapprima da alcuni passanti e poi da un’ambulanza che l’ha trasportata al pronto soccorso della vicina clinica Santa Lucia di San Giuseppe Vesuviano. A parlare di scippo erano state alcune persone che avevano visto scappare due presunti malviventi in moto, credendo che questi nel tentativo di strappare la borsa alla 80enne avessero replicato con il fuoco al tentativo di reazione.

Le condizioni della vittima sono in miglioramento e presto potrebbe lasciare la clinica dove è rimasta sotto osservazione per tutta la notte a causa del sangue copiosamente perso. Intanto, la polizia continua ad ascoltare le persone del posto e sta osservando le immagini di videosorveglianza registrate da alcune telecamere installate all’esterno dei negozi.

rilievi