Erri De Luca a processo, petizione “anti Tav”: si firma a Pompei e Boscoreale

132

Numerose manifestazioni “pacifiche e poetiche” in favore di Erri De Luca, lo scrittore che giovedì sarà processato a Torino con l’accusa di istigazione a delinquere per avere difeso le azioni di sabotaggio dei No Tav in Valle di Susa, sono annunciate in varie città italiane e anche all’estero. Una gara di solidarietà che è stata rilanciata da una pagina Facebook intitolata “Io sto con Erri De Luca”. E scatta la petizione popolare: si firma anche nel Vesuviano con una doppia sede. La prima a Boscoreale presso “Il quaderno Edizioni” in via Croce e poi a Pompei alla “Libreria Gianburrasca” in via Lepanto.



«In tutte le regioni d’Italia – si legge dalla pagina Facebook – domani associazioni, librerie, auditorium, teatri, sosterranno Erri De Luca organizzando eventi e letture». Per il momento è stato pubblicato un elenco con una trentina di appuntamenti, due dei quali in Francia e Inghilterra.

La prima petizione partì proprio dalla Francia nell’autunno scorso. Intanto, lo scrittore ha subito un altro durissimo attacco dalla società francese che si sta occupando della costruzione della ferrovia. Lo scrittore Erri De Luca «non ha ancora ritenuto di congedarsi» da un passato che lo ha visto «attivo in movimenti ai confini della legalità e talora debordanti da essa», e conosce il termine «sabotaggio» non da fonti letterarie, «ma per esperienza anche solo indiretta», dice questo infatti la denuncia presentata mesi fa alla procura di Torino da Ltf.

erri de luca

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE