Dovrà rispondere, oltre che di furto, anche di detenzione illegale di arma da guerra con relativo munizionamento il pregiudicato torrese 27enne Pietro Evacuo, arrestato ieri pomeriggio dagli agenti del Commissariato di Torre Annunziata. L’altro ieri Evacuo era stato notato da una pattuglia della polizia subito dopo aver messo a segno un furto ai danni di una coppia di turisti stranieri in visita a Pompei, i quali erano stati derubati di due borsoni che l’uomo ed un suo complice, in sella ad un ciclomotore, avevano asportato dall’autovettura, approfittando dell’intenso traffico.

Gli agenti lo avevano riconosciuto, nonostante il casco semi-integrale che calzava ma, proprio a causa del traffico, il malfattore era riuscito a dileguarsi. Le ricerche effettuate dalla polizia nel corso della notte nei luoghi abitualmente frequentati dal pregiudicato non avevano dato esito, per cui, ieri pomeriggio gli agenti si sono presentati all’uscio della sua abitazione al Parco Penniniello. Dopo aver bussato più volte e non avendo avuto alcuna risposta, benché fossero certi che Evacuo si trovasse in casa, i poliziotti sono entrati scavalcando il balcone del’abitazione attigua, sorprendendo il pregiudicato mentre frettolosamente cercava di disfarsi di un borsello al cui interno vi era una pistola Beretta, fornita di caricatore con 10 cartucce calibro 9 X 19, ci cui in camera di scoppio.

A seguito di una perquisizione, la polizia ha rinvenuto un iPod appartenente ai cittadini stranieri derubati il giorno prima, come è risultato dalla denuncia che la coppia ha presentato il giorno stesso del furto. Pietro Evacuo, che registra precedenti per stupefacenti, ricettazione e reati commessi in occasione di manifestazioni sportive, è stato portato al carcere di Poggioreale.

polizia pompei evacuo