Sette progetti ammessi a finanziamento, 4 grandi consorzi di imprese, per un totale di 53 aziende finanziate di cui 21 del settore aerospaziale e 32 di quello automotive. Sono i sette contratti di programma presentati oggi dal governatore della Campania Stefano Caldoro, dagli assessori alle Attività produttive, Fulvio Martusciello, e al Lavoro, Severino Nappi. L’investimento complessivo attivato è pari a oltre 317 milioni di euro, a fronte dei quali saranno erogati finanziamenti per un totale di 150 milioni.

I contratti, suddivisi tra i due settori, vedono come “soggetti beneficiari-investitori” Alenia Aermacchi, Consorzio Scia, Dema Spa, T2 Star e Consorzio Tecneva per l’aerospazio; Consorzio Sistema Campania A, B e C per l’automotive. Per quanto riguarda il settore dell’aerospazio il totale degli investimenti supera i 178 milioni di euro e porterà a 260 unità di nuovi occupati, oltre 4.914 lavoratori coinvolti con 383mila ore di formazione. Nel settore automotive, invece, gli investimenti superano i 139 milioni con una cifra di 543 unità lavorative in più e 90.800 ore di formazione per 1.453 lavoratori. «Siamo i primi a fare una cosa del genere in Italia, con strumenti molto più veloci di quelli vecchi – sottolinea il presidente Caldoro – siamo un’eccellenza in Italia e creiamo occupazione per 800 unità, che si aggiungono a quelli che ci sono già e che vengono garantite». Soddisfatto l’assessore Martusciello che sottolinea, appunto, come la Campania abbia rispettato «i tempi europei. Oggi era l’ultimo giorno per chiudere la procedura sui contratti di programma, su cui sono stati impegnati 150 milioni per le agevolazioni».

Dal canto suo Nappi mette in evidenza che l’azione messa in campo con i 7 contratti di programma «dà il senso della rete costruita tra imprese, sindacati e istituzioni, frutto del lavoro di questi anni e che ha dato vita al modello Campania. In questo caso, sono stati messi insieme fondi Fse e Fesr, anticipando la filosofia della programmazione 2014-2020».

dema