Ieri è stato condotto in cella dai carabinieri per una vicenda di droga risalente al 2005. Ma Rosario De Bernardo, 43enne di Somma Vesuviana era balzato all’onore delle cronache appena due mesi fa quando venne “pizzicato” dalle forze dell’ordine in piazza Garibaldi a Napoli con una pinza utilizzata per rubare telefoni e portafogli.

L’uomo, residente in via San Sossio, era già noto alle forze dell’ordine ed è stato trasferito al carcere di Poggioreale dove dovrà scontare quattro anni e quattro mesi di pena detentiva per resistenza e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. Ad aprile, in via Carriera Grande, aveva avvicinato una giovane donna e dalle spalle era riuscito a sfilarle lo smartphone dalla tasca con delle pinze metalliche lunghe 30 centimetri.

carabinieri tipo somma