C’è un anziano di Sant’Anastasia tra le 22 persone finite in grossi guai per il giro di usura che ieri ha portato a 19 arresti e tre indagati nell’area Vesuviana e di Napoli Est. Si tratta di Luigi Panico, di 80 anni. Secondo gli investigatori la gang legata ai clan di camorra applicava interessi fino al 200%.

In sostanza la banda approfittava delle difficoltà economiche di imprenditori e famiglie dopo di cui, davanti all’impossibilità di pagare, innescava le minacce adducendo amicizie, spesso reali, con i boss e le cosche della malavita vesuviana.

Nel dispositivo si legge di persone rovinate e disperate che si erano rivolte alla “rete” per provare a salvare le proprie attività finendo poi per cadere nell’usura.

blitz carabinieri