Ancora polemiche sulla Statale 268. A sollevarle il rappresentante dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della “Radiazza”: «Oltre alla realizzazione e gestione di questa strada tra le più pericolose d’Italia – denunciano – ci si imbatte costantemente in pirati della strada incoscienti che mettono a repentaglio la propria e altrui incolumità. Inoltre è facile imbattersi anche in frenate di emergenza per evitare di essere “rilevati” dai dispositivi mentre si procede oltre i 40 chilometri orari».

«Autovelox – continuano – che sono stati installati da poco ma che non sarebbero attivi tra l’altro. Abbiamo percorso in questi giorni per un’ora la 268 in ambedue le direzioni e abbiamo riscontrato purtroppo ben 57 infrazioni della strada e nessun controllo da parte della Polizia stradale».

«Finché le istituzioni non interverranno con decisione e determinazione non ci sarà alcuna possibilità che questa via sia sicura – concludono Borrelli e Simioli – Per questo portiamo avanti la nostra campagna radiofonica contro l’uso della 268».

268- sorpasso fuori legge