Ore calde a Carbonara di Nola. A due settimane dalle elezioni comunali, che vedranno opposte le liste di Antonio Iannicelli e Michele Paradiso, la sfida elettorale si fa sempre più intensa.

Ad accendere gli animi ed infiammare l’atmosfera è un manifesto, affisso per le arterie cittadine e firmato “Un vero carbonarese”, che critica fortemente la scelta di Iannicelli di inserire Luigi Albano nel proprio schieramento.

Fari puntati quindi sul candidato sindaco, reo di aver avanzato l’entrata nella scena elettorale di Carbonara di Albano, definito pedina dell’assessore al comune di Palma Campania, Michele Graziano, che ne ha sostenuto in prima persona la candidatura.

«Michele Graziano, con il suo operato, ha deturpato Palma Campania. Carbonara di Nola non ti appartiene, resta dove sei», riporta il manifesto, che si chiude poi con un ulteriore e forte attacco, rivolto a Iannicelli: «Intimorito, ha pensato di stipulare un patto col diavolo».

manifesto albano