“Napoli ora ribellati, Napoli siamo noi. Napoli si è incendiata. Napoli sta arrabbiata. Ci dobbiamo dare una mossa e non fermarci più”. Cantano così Capone & BungtBangt in “Napoli Simme Nuje”, un inno alla rinascita della città in napoletano e in inglese, firmato da questi pionieri del riuso creativo della musica, che il grande pubblico conosce grazie alla partecipazione a Sanremo 2007 in “La Paranza” di Daniele Silvestri.

Capone ci presenta il nuovo brano e il videoclip della band, che vedono la partecipazione straordinaria di James Senese al sax. «Un pezzo che parla di Napoli – spiega – e di quanto è il momento che questa città si risvegli. Il video è stato realizzato dai ragazzi dell’Accademia di Belle arti di Napoli, c’è una firma artistica e creativa e un simbolo di unione tra noi cittadini che vogliamo vedere di nuovo la città splendere come in passato».

La canzone è in napoletano e in inglese, una scelta linguista che Capone spiega così: «Sono due lingue molto simili e vicine a modo loro. In un momento nel quale le radio preferiscono passare pezzi in inglese piuttosto che pezzi che provengono da artisti italiani, noi speriamo di rompere il sistema e di arrivare anche attraverso le radio». L’invito è a cercare il brano in Rete, compreso il sito ufficiale caponebungtbangt.com, e a condividerlo il più possibile. Nel video Capone & BungtBangt hanno coinvolto personaggi del mondo dello spettacolo di Napoli e le Mamme vulcaniche, impegnate nel sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi della “Terra dei Fuochi”.

capone mamme vulcanic