Il sangue versato sulla Statale 268 ha lasciato il segno anche all’interno delle istituzioni regionali, tant’è che il governatore della Campania, Stefano Caldoro, ha incontrato ieri il sottosegretario alle Infrastutture, Umberto del Basso de Caro, chiedendo interventi celeri per la messa in sicurezza della “superstrada della morte”.

A darne notizia sono i Verdi, impegnati in una vera e propria crociata per arginare le morti sui circa 25 chilometri dell’arteria ai piedi del Vesuvio. I fondi stanziati infatti dalla Regione Campania al momento non possono essere utilizzati perché sussistono difficoltà burocratiche legate al fallimento della ditta che aveva vinto il bando per le opere.

Caldoro ha chiesto al Governo interventi immediati, riuscendo a strappare l’impegno del sottosegretario per accelerare le pratiche anche attraverso provvedimenti emergenziali. «Ci auguriamo che il presidente della Regione Campania – dice il membro dell’esecutivo nazionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli – voglia mettere la parola fine allo sconcio ed alla strage che questa strada sta causando».

spartitraffico 268