Rilancio economico di Palma Campania, questa mattina incontro su incentivi e strumenti regionali


174

Incentivi nazionali e strumenti regionali per il rilancio economico di Palma Campania e seconda area Pip (via Novesche). Sono stati questi gli argomenti che hanno caratterizzato l’incontro tenutosi questa mattina presso il teatro comunale palmese.



Hanno presenziato all’evento, davanti ad una platea di circa 40 unità, tra professionisti ed imprenditori locali, oltre al sindaco Vincenzo Carbone, il segretario dell’Ordine dei Commercialisti di Nola, Domenico Ranieri; Salvatore Cioppa e Eugenio Gervasio, di Sviluppo Campania; l’assessore Michele Graziano; Corrado Diotallevi e Annalisa Clavari di Invitalia.

Gli esperti hanno avuto modo di illustrare incentivi e strumenti di competenza regionale finalizzati a favorire l’assunzione, da parte di imprese locali, ed essere così mezzi utili per l’incremento occupazionale: “DM Investimenti Innovativi” (per progetti con soluzioni tecniche innovative, di entità tra i 500mila ed i 20 milioni di euro, nel settore manifatturiero ed in alcuni scomparti del settore servizi), “Autoimpiego” (per l’avvio di piccole attività di persone senza occupazione) e “Smart e Start” (per progetti fortemente innovativi).

Parole speranzose quelle del primo cittadino palmese, rivolte ad un futuro più roseo, soprattutto per i giovani: «Saluto e ringrazio gli imprenditori presenti e non, per il loro coraggio, in questo momento particolare dal punto di vista economico. Abbiamo un’area Pip di 620mila metri quadri, collocata in una posizione strategica, principalmente per ciò che riguarda i collegamenti. 42 aziende hanno ricevuto l’assegnazione del lotto, mentre altre 20 richieste, giunte fuori termine massimo, sono in attesa di risposta, vista la disponibilità. La speranza è di vedere sorgere tante nuove attività per lo sviluppo occupazionale, visto il cambiamento di rotta annunciato dall’Europa e mai verificatosi. Una democrazia non può sopportare l’impoverimento dei propri cittadini. Amministratori, politici ed imprenditori devono impegnarsi per un bene comune. Bisogna amare il proprio territorio ed i propri giovani, senza sperpero di denaro e spreco di tempo. Bisogna creare nuovi posti di lavoro, favorire le assunzioni, altrimenti si rischia di perdere le risorse migliori. L’obiettivo primario è, quindi, che la seconda area Pip diventi realtà».

L’assessore Graziano ha invece illustrato nei dettagli l’area Pip in questione, ponendosi traguardi da raggiungere: «Speravo in una partecipazione maggiore, ma ci sono tanti professionisti ed imprenditori locali. In molti sanno che il costo dei suoli è difficile da sostenere. L’amministrazione si sta impegnando in tal senso ed ha già avuto 3 milioni di finanziamento per la rete fognaria, fattore che ci ha permesso di stare sotto gli 80 euro a metro quadro. Siamo a lavoro per un’ulteriore finanziamento, in modo da arrivare sotto la soglia dei 20 euro a metro quadro».

incentivi

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE