I carabinieri della stazione di Striano hanno arrestato per istigazione alla corruzione e violazione dei sigilli Liu Jing, 31enne di nazionalità cinese.

Il 31enne, insieme ad altri 4 connazionali denunciati in stato di libertà per violazione dei sigilli, è stato sorpreso dai militari all’interno di un opificio per la produzione di capi d’abbigliamento che era stato sequestrato il 20 dicembre scorso.

L’uomo, per indurre gli agenti ad omettere il controllo, gli ha offerto la somma di 500 euro. A quel punto sono scattate le manette.

cinesi striano