A trent’ anni esatti dall’ultima vittoria elettorale, Aristide Rendina, il “leone” della politica strianese, assesta l’ultima zampata sul fotofinish e diventa il nuovo sindaco di Striano. Subentra ad Antonio Del Giudice, sindaco uscente, il grande sconfitto di questa tornata elettorale, almeno nei numeri. Il “Patto Civico per Striano” guidato da Rendina ha dunque battuto in volata la lista “Punto e a Capo” di Alfonso Serafino, l’outsider della vigilia e la grande sorpresa nella corsa degli scrutini. Appena sono giunti i risultati complessivi dalle sette sezioni elettorali, è esploso tutto l’entusiasmo dell’ entourage e dei sostenitori di Rendina che hanno sfilato a piedi per le strade del centro di Striano, manifestando tutta la loro gioia per il successo elettorale.

Dopo un breve tour cittadino, il neosindaco con tutti i componenti della lista, è salito sul palco in piazza IV Novembre per il rituale comizio post-elettorale di festeggiamento. Aristide Rendina, visibilmente commosso e felice, ha voluto ringraziare la cittadinanza tutta, gli elettori e la sua famiglia, per l’ appoggio, il sostegno e il grande affetto mostrati in queste settimane. Il neosindaco si è complimentato con gli avversari dopo questa estenuante e sentita corsa elettorale, compiaciuto che alla fine l’esito sia stato per lui e la sua compagine sofferto ma vincente. Rendina ha sottolineato che la sua amministrazione sarà improntata da subito al dialogo, alla concertazione e al confronto con il resto delle forze politiche, in particolar modo con i membri dell’ opposizione che entreranno a far parte del nuovo Consiglio Comunale. La sua squadra di governo si impegnerà ad amministrare e ad operare nell’interesse della collettività tutta, mettendo da parte pretese e velleità individuali.

«È importante – a detta del neosindaco – ricostruire un tessuto sociale, economico e culturale che ricompatti tutta la comunità strianese». A tal fine Aristide Rendina è convinto che tanto la vittoria del Patto Civico per Striano, quanto quella del Pd alle elezioni europee, dimostrino come la politica e la buona politica, a dispetto dei movimenti anti-politici, possano continuare a mantenere il ruolo chiave nella “governance” di una  comunità sia locale, che nazionale.  Saranno passati anche tre decenni dall’ultima volta in carica, ma il sindaco Rendina ha lasciato intravedere tutto l’entusiasmo e l’energia che occorrono per un mandato lungo, impegnativo e non semplice, per poter portare finalmente Striano “fuori dalla palude”.

rendina festa