Non solo manifesti abusivi, non solo spazi pubblici non rispettati dai partiti: ma anche l’ufficio elettorale del Comune di Terzigno commette l’errore di utilizzare gli spazi dei terzi per le normali comunicazioni di servizio sulle procedure di voto ed i candidati alle Europee. E va anche male, perché l’abuso è stato perpetrato nelle “caselle” del “Movimento 5 Stelle” molto attento relativamente alla “piaga” dei manifesti selvaggi.

«Stiamo assistendo per l’ennesima volta alla chiara prevaricazione dell’inciviltà e del malcostume di tutti i partiti e delle stesse istituzioni a scapito della legalità e del decoro urbano – dicono gli attivisti pentastellati di Terzigno – In questi giorni abbiamo visto nuovamente apparire, per le vie cittadine, numerosi manifesti elettorali abusivi, in ogni luogo senza rispetto alcuno. È quanto denunciamo noi attivisti del Movimento 5 Stelle di Terzigno che abbiamo visto reso vano tutto il nostro  impegno nell’aver tenuto cura di posizionare i manifesti  che avevamo a disposizione, utilizzando anche quelli che ci erano rimasti dalla scorsa tornata elettorale avendo cura di sovrascrivere la data, ovviamente posizionandoli nei soli spazi a noi assegnati».

«In questo caso – insistono i “grillini” – ci toccherà questa volta denunciare l’ufficio elettorale, lo stesso ufficio elettorale che ha pensato bene di utilizzare ovviamente il nostro spazio per le sue comunicazioni di servizio e per esporre tutte le liste che concorreranno all’elezione del Parlamento europeo, oltre a tutti gli altri partiti che vergognosamente anche nei nostri spazi, propinano i loro antichi slogan e faccioni di candidati come specchi per le allodole. Denunceremo tutto al sindaco, alle forze di polizia locale, ed all’ufficio elettorale affinché si  provveda alla censura immediata».

manifesti terzigno