Mancata erogazione fondi servizi sociali, il vicesindaco: «Stiamo facendo il possibile»


133

Ecco le dichiarazioni del vice-sindaco del comune di San Giuseppe Vesuviano, Dolores Leone, inerenti la situazione dei servizi sociali, in seguito alla recente nota trasmessa dalla Regione Campania.



«Con una nota della Regione – afferma – emanata in seguito ad un incontro, nel quale si chiedeva la rendicontazione degli anni precedenti relativa ai fondi che l’Ambito 26 doveva ancora ricevere dalla stessa Regione, ci è stato risposto che dovevano essere ancora versati all’Ambito circa tre milioni di euro per il biennio 2009/10 mentre, per il saldo al 2013, la Regione rendeva noto di non sapere quanto l’Ambito avrebbe dovuto ricevere. Successivamente, con una nota del 28/04/2014, la Regione ha fatto presente che il riparto del Fondo Nazionale Politiche Sociali è ancora oggetto di discussione da parte del Ministero. Nelle more del versamento da parte della Regione dei fondi precedenti spettanti all’Ambito 26, il nostro comune, unitamente agli altri comuni dell’Ambito, per poter permettere il pagamento delle fatture degli anni precedenti, ha proceduto all’anticipo di 500 mila euro e al versamento delle quote di compartecipazione fino al mese di dicembre 2013. Allo stato attuale sono stati già disposti otto mandati di pagamento alle cooperative. Martedì andrò in Regione a chiedere per iscritto se è possibile procedere comunque alle nuove gare, in quanto, dal contenuto della nota ricevuta, risulta che il Ministero non ha ancora provveduto al riparto dei fondi. Il comune sta facendo tutto il possibile, ma se la Regione e il Ministero non fanno la loro parte, i servizi sociali rischiano di saltare».

Sempre sulla stessa questione, il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, ha aggiunto: «La comunicazione inviataci dalla Regione testimonia la nostra più perfetta buona fede ed il nostro impegno in questa vicenda che, definire paradossale, è un puro eufemismo. Le bugie hanno le gambe corte, questa è la riprova di quanto sostenuto dall’amministrazione sin dall’inizio su chi dovessero ricadere le responsabilità della mancata corresponsione delle spettanze agli operatori dei servizi sociali. La Regione Campania deve far fronte agli impegni presi e, soprattutto, il mondo delle cooperative deve rendere più chiari e trasparenti certi meccanismi e certi messaggi, e deve, inoltre, creare le condizioni affinché si eviti che alcuni soggetti pseudopolitici strumentalizzino gli operatori della 328».

san giuseppe

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE