“La città cambia – Sinistra per Somma” si dissocia dagli spiacevoli episodi di appropriazione di spazi indebiti per la propaganda elettorale operati dalla quasi totalità delle forze politiche di Somma Vesuviana.

«Constatiamo con disappunto – ha dichiarato il segretario Metodio – che questa illegalità diffusa ha coinvolto anche il nostro candidato sindaco Auriemma e la coalizione di cui siamo parte. Fin dalle scorse elezioni amministrative ci siamo distinti per il rispetto coscienzioso degli spazi e delle modalità della propaganda elettorale, e continueremo a rispettare le regole sempre. Riteniamo che queste pratiche siano un pessimo esempio di illegalità e spreco per l’intera comunità cittadina, e che, soprattutto, costituiscano una modalità sleale di competizione, non garantendo a tutte le forze politiche la stessa visibilità».

«Facciamo nuovamente appello alle istituzioni e al commissario prefettizio – continua Metodio – affinché vengano adottati controlli e misure severe per portare la competizione elettorale nei margini dei regolamenti».

manifesti selvaggi