Campagna elettorale anche per il Nuovo Centrodestra, che a Terzigno ha contato sul supporto di Paolo Cirino Pomicino. Lo scudo crociato, vecchio simbolo dei democristiani, ricompare sul partito che fa capo all’onorevole Alfano. A Terzigno, questo nuovo gruppo è stato formato dall’avvocato Francesco Ranieri, che ha intitolato la sede del circolo al padre Raffaele. Nella riunione di presentazione c’era la storia politica della città: al tavolo oltre al padrone di casa, c’erano seduti gli ex sindaci di Terzigno, da Antonio Casillo a Nunzio Avino passando per il Giuseppe Annunziata, ma la vera lezione di politica economica, l’ha sostenuta il fraterno amico del defunto Raffaele “Mivar” oggi a sostegno di Francesco, Paolo Cirino Pomicino.

L’avvocato Ranieri alla sua prima campagna elettorale senza i consigli del padre, apre la conferenza parlando dei valori dei democristiani ancorati alle classi dirigenti quando si studiava per formare il futuro politico di un Paese: «Oggi tutto questo non accade». Ha confermato che la politica va fatta sul terreno, chi conosce realmente le problematiche del paese può aiutarlo a crescere e a svilupparlo. Annunziata nel suo intervento, ha garantito di voler continuare a combattere per una politica di rilancio mentre Avino ha rivisto in questa formazione di questo gruppo politico quei valori laici che rispondono al suo modo di vedere la politica.

In conclusione Pomicino tiene una lezione di economia, non prima di ricordare il caro Raffaele con una citazione di Eduardo: “il sindaco del rione sanità, il sindaco della gente del popolo, di tutti quelli che avevano delle problematiche e lui non essendo sindaco si caricava di queste responsabilità proprio perché era un uomo del popolo, cresciuto con il popolo e per il popolo che lui amava”.

Pomicino