Cinque titolari di imprese edili sono stati denunciati per inosservanza delle norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro e sulla regolarità occupazionale dei lavoratori. Le denunce arrivano dopo un’operazione messa a segno da una task force composta dai carabinieri dei Reparti territoriali del comando provinciale di Isernia, da quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro e dal personale del servizio ispettivo della Direzione Territoriale del Lavoro di Isernia.

Nei controlli effettuati in numerosi cantieri edili e nelle attività commerciali tra Isernia e comuni limitrofi sono stati denunciati: un 50enne e un 35enne di Isernia, un 51enne di San Gennaro Vesuviano nel napoletano, un 28enne di Campobasso e un 48enne di Agnone.

Numerose le violazioni emerse nel corso delle verifiche: dalla mancata presenza di adeguate impalcature o ponteggi, all’assenza di idonee protezioni ad altre irregolarità. Oltre una decina sono stati i lavoratori a nero identificati durante le ispezioni. Sono stati anche emessi provvedimenti di sospensione per le attività irregolari.

carabinieri cantiere