Reggono solo le Comunali, le Europee finiscono con percentuali intorno al 50% ma trainate dalle città in cui si sono tenute le Amministrative che pure pagano il dazio di 3 o 4 punti percentuali rispetto alle precedenti tornate. Nel Vesuviano, insomma, spunta la disaffezione alla politica, soprattutto a quella “lontana” dal popolo. A Boscoreale, Boscotrecase, Ottaviano e Poggiomarino si va addirittura sotto al 50% con Boscoreale che fa registrare il dato peggiore: appena il 40,78%. Per le Amministrative boom nel piccolo centro di Carbonara di Nola, male Trecase e Sant’Anastasia sotto alla soglia dell’80%.

COMUNALI: CARBONARA DI NOLA 88,14% – NOLA 81,66% – POMPEI 81,99% – SAN GENNARO VESUVIANO 83,21% – SANT’ANASTASIA 78,51% – SOMMA VESUVIANA 81,19% – STRIANO 82,07% – TRECASE 72,51%.

EUROPEE: BOSCOREALE 40,78% – BOSCOTRECASE 44,48- CARBONARA DI NOLA 91,56% – NOLA 84,24% – OTTAVIANO 43,82 – PALMA CAMPANIA 51,36% – POGGIOMARINO 48,30% – POLLENA TROCCHIA 56,07% – POMIGLIANO D’ARCO 53,97% – POMPEI 83,76% – SAN GENNARO VESUVIANO 84,09% – SAN GIUSEPPE VESUVIANO 52,51 – SANT’ANASTASIA 79,08% – SOMMA VESUVIANA 82,19% – STRIANO 86,26% – TERZIGNO 53,18% – TRECASE 75,08%.

elezioni comunali