Continua, a Palma Campania, la serrata lotta contro lo sversamento illecito di rifiuti, che interessa, maggiormente, le zone di periferia.

In circa un anno, come sottolineato dagli uomini della vigilanza Argo, incaricata dal comune palmese di sorvegliare le zone soggette al fenomeno, grazie anche alla collaborazione di carabinieri e polizia municipale, sono stati effettuati circa 20 arresti.

Dato che viene reso ancor più interessante dal fatto che gli uomini finiti in manette sono tutti di origine cinese. Diverse le dinamiche. C’è stato chi ha utilizzato furgoni, ma anche semplici auto, dalle quali veniva sversato, con il veicolo in movimento, ingente quantità di rifiuti, di natura prettamente tessile.

In più casi, ci sono stati, addirittura, degli inseguimenti, finiti anche con pericolosi incidenti per i fuggitivi. La stessa agenzia di vigilanza Argo ci sottolinea il perseguire delle massicce attività di controllo del territorio, soprattutto nelle ore notturne.

Fattore messo in evidenza anche dal sindaco di Palma Campania, Vincenzo Carbone: «La lotta al fenomeno dell’abbandono illecito dei rifiuti non ha soste. Grazie ai vigilanti Argo e gli agenti locali siamo riusciti a marginare il problema. Il territorio è vasto, ma non ci arrendiamo. Dobbiamo preservare il nostro territorio e punire questi criminali che mettono a rischio la sua integrità naturale».

rifiuti vesuvio