Un torneo di playstation ed un dibattito contro la violenza negli stadi è l’idea progettuale del Forum Giovanile accolta con favore dal Commissario Straordinario, Anna Nigro, e seguita nella realizzazione dal subcommissario Giuseppe Amore e dal capo staff, il tenente Antonio Carotenuto. Martedì 15 aprile, alle ore 18,30 nella sala consiliare del comune di Sant’Anastasia si terrà il dibattito che avrà come fine principale la diffusione della cultura dello sport e dei suoi valori. I relatori, guidati dal moderatore Francesco Gravetti, giornalista de Il Mattino, affronteranno temi inerenti le problematiche legate ad una corretta tifoseria. Con i saluti del subcommissario straordinario, Giuseppe Amore, del presidente del Forum, Domenico Panico e del comandante della polizia municipale, Fabrizio Palladino. Interverranno Stefano Capuano, sostituto procuratore presso il Tribunale di Napoli; Vincenzo Pastore, presidente Comitato Regionale Campania Figc; Ciro Lomaistro, funzionario di polizia del reparto mobile; maggiore Michele D’Agosto, comandante compagnia dei carabinieri di Castello di Cisterna; Giuseppe Di Marzo, presidente Ssd Stella Splendente.

Il progetto del Forum dal titolo “Tifosi da playstation” è articolato in due momenti ed in più giornate: un torneo di Playstation e la discussione sulla violenza negli stadi. Il torneo ha visto la partecipazione di 16 ragazzi che, effettuate le gare preliminari, si sfideranno sabato prossimo per la fase conclusiva, la proclamazione dei vincitori e la consegna successiva di due biglietti di tribuna per la partita Napoli-Verona allo stadio San Paolo, offerti dal Calcio Napoli. Creando un momento di aggregazione attorno ad uno dei videogiochi più amati dalla corrente generazione il Forum si è rivolto a tutta la cittadinanza, alle associazioni sportive, tifoserie, squadre di calcio locali ed inoltre agli iscritti al torneo, con gli obiettivi di promuovere i valori dello sport e una sana cultura del tifo ad essi correlata, per formare i tifosi ed invitare tutti a prendere le distanze e condannare certi atteggiamenti tenuti da tifoserie affatto sportive.

«Il territorio napoletano è ancor oggi oggetto di prese in giro fortemente discriminanti, specialmente nel calcio, da parte delle tifoserie avversarie – affermano gli ideatori del progetto Luigi D’Avino e Lorenzo Anastasio – Tra le numerose conseguenze negative che scaturiscono da un tifo malsano e offensivo, vi è l’incremento di stereotipi culturalmente nocivi per il territorio, che possono riflettersi in un danno al turismo e in generale all’immagine del paese. L’istigazione ad atti addirittura violenti, che hanno caratterizzato e caratterizzano taluni gruppi di ultras, con episodi gravi, ci ha fatto interrogare su come e quanto il Forum potesse incidere nel veicolare i valori dello sport. Il problema della violenza è, infatti, aspetto di un tifo malsano, che ha motivazioni e ragioni lontanissime da quelle tipiche di una sana tifoseria».

«Credo che il Forum si sia presentato con una progettualità di valore notevole, sia per il tipo di messaggio che lancia ai giovani e al paese – dice il presidente del Forum, Domenico Panico  –  sia per la capacità di aver creato in poco tempo una rete di rapporti con le Istituzioni, dalla quale è scaturito un evento che, siamo certi contribuirà quantomeno a diffondere la visione del Forum rispetto al tema della violenza negli stadi». «Non vi è dubbio, il progetto dei giovani del forum coglie aspetti molteplici delle problematiche collegate ai comportamenti delle tifoserie negli stadi – dice Giuseppe Amore – ed ai cori razzisti che abbiamo sentito troppo spesso, per non parlare degli atti di violenza da condannare con forza. Abbiamo, per questo, appoggiato in pieno i ragazzi del forum, trovando originale anche l’idea di veicolare i valori sportivi attraverso il torneo di playstation».

napoli verona