In pochi giorni si sono rese responsabili di ben quindici violazioni alla misura del rimpatrio con foglio di via obbligatorio dal comune di Pompei. Per questo i carabinieri della città mariana, nel corso di servizi predisposti per contrastare la prostituzione nei pressi degli scavi archeologici e del Santuario della Madonna, hanno denunciato in stato di libertà tre prostitute.

I militari dell’Arma hanno anche eseguito complessivamente 131 controlli a prostitute e transessuali, elevando sanzioni amministrative per complessivi 67.596 euro e alla denuncia in stato di libertà di otto persone (quattro prostitute o transessuali e quattro clienti).

Tutti sono accusati di atti osceni in luogo pubblico, con la richiesta di emissione di altri quattro fogli di via obbligatorio.

prostitute pompei