Polizia provinciale in azione sul territorio palmese. A finire sotto sequestro un’area di oltre 500 metri quadrati di proprietà di un’azienda di autorottamazioni di Palma Campania. Gli uomini del Corpo, infatti, hanno rinvenuto all’interno del sito un grosso quantitativo di rifiuti tossici e speciali, scarti depositati in maniera del tutto incontrollata. Denunciato il titolare dell’impresa, F.M., 43enne palmese.

Tra i rifiuti trovati dalla polizia provinciale una notevole quantità di parti meccaniche, dieci motori non ancora bonificati, 13 cambi d’auto, parti di carrozzeria, un centinaio di pneumatici usurati completi di cerchi, due cassoni contenenti parti meccaniche e di carrozzeria e carcasse di autovetture.

Inoltre il Corpo della Provincia ha anche riscontrato carenze dal punto di vista burocratico e fiscale. Non è stato infatti trovato un registro di presa in carico e di demolizione dei veicoli. L’accusa per il titolare della ditta è di allestimento e gestione di impianti per smaltimento e recupero di rifiuti pericolosi e non pericolosi, priva di qualsiasi autorizzazione.

autorottamazione