Durante un servizio per contrastare lo scarico illegale di rifiuti, i carabinieri della locale stazione hanno denunciato in stato di libertà 14 persone ritenute responsabili a vario titolo di accantonamento e smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e ricettazione.

I militari dell’Arma hanno localizzato un’area privata in via Cimitero, di proprietà di un pensionato 74enne del luogo, divisa in quattro lotti recintati e dati in locazione alle altre 13 persone, tra le quali vari pregiudicati, sui quali sono stati trovati accantonati rifiuti speciali (carcasse di automezzi, motori intrisi di olio, pneumatici, batterie esauste, cavi elettrici, serbatoi di gpl in disuso e materiale ferroso nonché calcinacci e liquami).

L’ area, di circa 8.000 metri quadrati, è stata sottoposta a sequestro. Il lavoro per la caratterizzazione del sito selvaggio e per capire se abbia provocato gravissime conseguenza ambientali sarà lunghissimo. Così come le tempistiche per le opere di bonifica.

pomigliano discarica