“Giornata di Pace”, l’Unicef sbarca a San Gennaro: protagonisti bambini e “pigotte”


112

Nell’ambito degli eventi che caratterizzeranno la “tre giorni” de “La Festa della Primavera”, in programma a San Gennaro Vesuviano nel prossimo fine settimana, particolare interesse desta la manifestazione denominata “Giornata di Pace”. Un appuntamento che si terrà in paese sabato 12 aprile. L’Amministrazione l’ha promossa in collaborazione con l’Unicef, mentre la parte organizzativa è stata curata dall’associazione “Arti e Mestieri”. Il programma dell’evento prevede impegni per tutta la giornata: al mattino, dalle 9,30, si terrà la “Passeggiata Unicef” per il centro del paese, con i bambini del circolo didattico di San Gennaro Vesuviano, seguirà alle ore 11 la “Maratona Unicef”, con la partecipazione dei ragazzi dell’Istituto “Biagio Cozzolino”: per quest’appuntamento, la partenza dei corridori è prevista in piazza Margherita, quindi il tracciato della corsa si dispiegherà lungo via Poggiomarino e via Sarno, per poi fare ritorno in piazza sotto lo striscione dell’arrivo. In contemporanea, sempre in piazza Margherita, avrà luogo un torneo di Pallavolo, con gli alunni delle scuole medie ancora protagonisti.



Un mix di eventi che andrà avanti fino alle 13, dopodiché ci sarà una pausa di qualche ora, ma nel pomeriggio, a partire dalle 17,30 la “Giornata di Pace” proseguirà con una conferenza tematica nell’aula consiliare del Comune, che verrà presenziata da Margherita Dini Ciacci, presidente dell’Unicef Campania ed alla quale prenderanno parte Aniello Giugliano, sindaco di San Gennaro Vesuviano, che farà il saluto di benvenuto e di apprezzamento per l’iniziativa, con il preside Antonio La Pietra che invece fungerà da moderatore, mentre alla professoressa Raffaella Gigliano ed all’artista Ahmad Alaa Eddin spetterà il compito di offrire delle testimonianze sull’argomento, con diversi racconti tematici alla luce delle rispettive esperienze.

Durante lo svolgimento della conferenza verranno donate le pigotte, le bambole che sono diventate il simbolo dell’iniziativa, ai nuovi nati nel primo trimeste (dal primo gennaio al 31 marzo) di quest’anno a San Gennaro Vesuviano: 24 in tutto i bebè beneficiari, di cui 15 maschietti e 9 femminucce. Inoltre, verrà consegnata una pergamena a tre bambini figli di extracomunitari, che sono nati e risiedono nel Comune di San Gennaro Vesuviano, per conferire loro, in maniera simbolica, la cittadinanza onoraria. Dulcis in fundo, non mancherà uno spazio di intrattenimento musicale, proposto da parte dei ragazzi dell’Istituto “Biagio Cozzolino”, che frequentano il corso ad indirizzo musicale.

Il sindaco Aniello Giugliano così preannuncia l’importante avvenimento del prossimo weekeend: «La giornata della pace sotto l’egida dell’Unicef è veramente qualcosa di molto edificante per la nostra comunità. Aiutare le persone più povere e sfortunate ed in special modo i bambini, sotto qualsiasi cielo essi si trovino, deve essere un obbligo per l’umanità intera. In questa direzione si muove questa nostra iniziativa. Ad ogni bambino nato nel 2014 verrà donata una pigotta, la bambola dell’Unicef famosa nel mondo. Infatti, il suo controvalore serve a salvare la vita di un bambino. Noi siamo molto contenti di incamminarci in questo percorso, perché – conclude il primo cittadino – siamo convinti che solo la solidarietà può salvare il mondo».

unicef

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE