Una borsa dimenticata, contenente contanti ed altri oggetti di uso personale, è stata rinvenuta stamattina nel cimitero comunale di Poggiomarino dal custode Giuseppe Lamberti.
Una volta aperta, il custode ha riscontrato la mancanza di documenti che potessero portare all’identificazione del legittimo proprietario ed è a questo punto che, senza pensarci un attimo, ha avvertito l’assessore con delega al cimitero, il vicesindaco Giuseppe Annunziata, e successivamente i carabinieri della locale stazione, cui l’oggetto è stato affidato in custodia. Chi reclamerà l’oggetto dovrà recarsi alla stazione dei carabinieri, dimostrare di conoscerne il contenuto, e saper indicare la zona dove lo stesso è stato smarrito, solo allora gli verrà restituito.
Ordinaria amministrazione per un custode, potrebbero obbiettare alcuni, a ragione probabilmente. Ma in un contesto di generalizzata difficoltà economica fa piacere potere raccontare, tra un pezzo di cronaca e l’altro, episodi positivi, l’onestà di chi svolge il proprio lavoro correttamente. Non sempre l’occasione fa l’uomo ladro.

 

10178367_10201951097561293_1194233230_n