La città al centro della cultura del Mezzogiorno attraverso l’impegno del Comune per ricordare la figura di Vincenzo Russo, martire della rivoluzione napoletana del 1799. Il giacobino di Palma Campania, giustiziato a solo 29 anni per la sua sete di libertà, sarà infatti una delle figure storiche protagoniste della Borsa Mediterranea del Turismo, evento che si terrà alla Mostra d’Oltremare di Napoli da domani sino a domenica 6 aprile.

Turismo culturale, memoria storica e coscienza etico-civile sono infatti il trinomio con cui saranno organizzate, in collaborazione con il Comune di Palma Campania, le celebrazioni legate a Russo, patriota e politico che partì da Palma per affermare i suoi principi. Due lauree, ma anche la collaborazione al “Monitore Napoletano”, fondato da Eleonora Pimentel de Fonseca, prima di venire impiccato in piazza Mercato a Napoli.

Iniziative che si terranno nel programma del “Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito”, che dopo la Bit di Milano approda dunque anche nel capoluogo partenopeo. Il programma culturale del Grande Evento, promosso con il patrocinio dell’assessorato al Turismo della Regione Campania, coinvolge, infatti, in un’ottica integrata, i comuni di Amalfi, Palma Campania, Torre del Greco e Piano di Sorrento, cittadina della penisola sorrentina dove si svolge la serata finale della rassegna, che ha visto nel corso degli anni la partecipazione di personalità del panorama culturale nazionale da Giancarlo Giannini, a Giuliano Gemma, da Bianca Guaccero a Mario Orfeo, da Magdi Allam a Roberto Vecchioni.

bmt russo