Quasi 3.500 euro da pagare per un’anziana sola di Poggiomarino. È una delle “bollette pazze” che stanno arrivando in questi giorni nell’area vesuviana. Una fattura da record, poiché il picco era stato finora di circa duemila euro.

Leggendo, inoltre, la cartella del servizio idrico si apprende che la donna non aveva pagamenti pregressi da effettuare se non una vecchia bolletta di 26 euro che naturalmente non può giustificare una richiesta così esosa.

Insomma, non si tratta di casi isolati per quanto riguarda le fatture di migliaia di euro che la Gori sta inviando in questo periodo a numerose utenze dell’Ato 3. “Cartelle pazze” che stanno seminando il terrore tra i cittadini.

fattura gori