Le polemiche e le proteste bloccano gli accalappiacani: il commissario prefettizio Aldo Aldi rinvia temporaneamente la “caccia al randagio” all’interno degli Scavi di Pompei.

Cittadini ed animalisti si sono espressi duramente nella giornata di ieri, inviando anche numerose mail di protesta al commissario ed esprimendosi attraverso una nota stampa.

Ad intervenire doveva essere una ditta di Ottaviano che avrebbe poi portato i cani all’interno della propria struttura.

cane scavi