Botta e risposta Sel e Carbone. Affisso un nuovo manifesto


221

Ancora un manifesto. Dopo quello affisso da Sel in cui si chiedevano le dimissioni del consigliere Simonetti e la conseguente risposta del sindaco Carbone, ecco che Sinistra ecologia e libertà controbatte con un nuovo documento in cui pone degli interrogativi al primo cittadino.



Molteplici i quesiti posti, ad alimentare la diatriba politica: «Perché, caro sindaco, non chiedete le dimissioni al vostro consigliere delegato al bilancio Sabato Simonetti, che aveva promesso di dimettersi da delegato al bilancio se non avesse presentato il consuntivo entro il mese di marzo?». E ancora: «Perché il sindaco, dal 31 gennaio con decreto sindacale, sta facendo si che gli assessori percepiscano uno stipendio senza che quest’ultimi abbino deleghe (consegnate pochi giorni fa)?»  

«Perché la vostra amministrazione, assume professionisti privati, per svolgere ruoli e compiti che potrebbero essere svolti da dipendenti comunali, presenti nella pianta organica, come previsto dalla legge? Questa è la spending review tanto evocata dal consigliere Sabato Simonetti?». Perché sindaco Carbone, non partecipa da mesi alle riunioni della “rete dei sindaci” per la ripubblicizzazione dell’acqua e dell’intero sistema idrico, controllato dalla Gori, nonostante la volontà popolare espressa dal referendum del 2011? Ci sono interessi politici in tale ente? E perché non si fa insediare una nuova commissione Gori come promesso, nel consiglio comunale di luglio?».

«Infine, caro sindaco, spieghi ai cittadini come vengono fatti i lavori pubblici sul nostro territorio, come Via San Martino, Via Vecchia Nola ecc.. tutti fermi e bloccati, rappresentano un pericolo costante per i cittadini».

Il manifesto si chiude poi con «noi non siamo senza argomenti», una sottolineatura, una risposta più che diretta alle affermazioni precedenti del sindaco.

manifesto sel

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE