L’associazione culturale degli Scettici di Poggiomarino in collaborazione con la Cooperativa Sociale Demetra e l’associazione “Il Quaderno Edizioni” hanno dato il via questa mattina ad un laboratorio sperimentale di archeologia. Il corso è partito al primo circolo didattico di Poggiomarino.

Il progetto, finanziato dal ministero della Gioventù nell’ambito del programma “gioventù in azione” dell’Unione Europea, prevede dei laboratori per ragazzi delle scuole elementari sulle tecniche di modellamento dell’argilla (vasellame e manufatti in terracotta) usate prima del XVI a.c. nel complesso archeologico di Longola. Il laboratorio prevede anche corsi sulla costruzione di strumenti musicali fatti con canne palustri e resti di animali quali pelli e ossa in collaborazione del gruppo musicale Scetapopolo.

Il progetto non vuole coinvolgere solo i ragazzi del primo circolo didattico, ma allarga i propri orizzonti, coinvolgendo gli alunni delle scuole superiori e chiunque voglia partecipare, poiché prevede dei workshop affiancati da docenti universitari che spiegheranno passo passo l’operato.

I workshop avranno come tema “Archeologia sperimentale del turismo” “Il nostro territorio, impatto ambientale e valorizzazione”. L’associazione culturale degli Scettici di Poggiomarino aggiunge che chiunque voglia collaborare con l’associazione nel progetto può contattare l’onlus alla email asscultscettici@gmail.com.

corso archeologia