Home Attualità Si intrufolano di notte negli Scavi: scatta l’allarme a Pompei, ma era...

Si intrufolano di notte negli Scavi: scatta l’allarme a Pompei, ma era una bravata

Gli Scavi di Pompei sono stati violati nella notte da due intrusi. È quanto ha rilevato il servizio di vigilanza dalle immagini delle telecamere che hanno rimandato la “bravata” di due giovani che per il momento non sono stati identificati. Dalle immagini registrate appaiono due figure agili che scavalcano la recinzione all’altezza della Porta Vesuvio, a nord dell’area archeologica che affaccia sulla Civita Giuliana – dove i pompeiani cercarono di ripopolare la città dopo l’eruzione del Vesuvio – quindi i due estranei hanno seguito a piedi il percorso pedonale extramoenia concludendo la loro passeggiata notturna all’altezza di via delle Tombe, uscendo dall’area archeologica di nuovo scavalcando la recinzione, probabilmente diretti ai treni della Circumvesuviana, all’altezza di Villa dei Misteri.

Le telecamere li hanno monitorati durante l’intero percorso di circa un chilometro. Il servizio di vigilanza è certo che non hanno prelevato né danneggiato nulla. Il tutto è cominciato intorno alle ore 21,10. Non è la prima volta che cittadini estranei al personale degli Scavi si introducono di notte dentro l’area archeologica. L’ultima volta è accaduto due anni fa, quando due sconosciuti, che potrebbero essere gli stessi di ieri sera, effettuarono lo stesso percorso.

Infatti, secondo le osservazioni degli addetti alla vigilanza, i due di ieri sera sembravano molto esperti del tragitto che hanno effettuato. «Il servizio di vigilanza è efficiente – spiega il segretario della Cisl Bac degli Scavi, Antonio Pepe – ma non è equipaggiato per intervenire. Sono state allertate le forze dell’ordine, ma quando i carabinieri sono arrivati i due intrusi si erano già dileguati».

Exit mobile version