Polemiche in città per l’assenza di “rifugi” dove i senzatetto possono trovare accoglienza nelle notti gelide. Il caso si è sollevato nel territorio sangiuseppese dopo la morte dell’immigrato polacco, Gregorz Och, di 34 anni, deceduto nella notte tra sabato e domenica in via Diaz.

Il senzatetto aveva cercato rifugio all’interno di un cantiere edile di una ditta che sta ultimando i lavori di rifacimento dei marciapiedi. A dare l’allarme i venditori ambulanti, i quali hanno allertato, alla vista del corpo, le forze di polizia. La salma si trova adesso presso il Secondo Policlinico di Napoli per accertare la causa della morte attraverso l’autopsia.

Con ogni probabilità si tratta però di assideramento. San Giuseppe Vesuviano come diversi comuni del Vesuviano non hanno alloggi gestiti dalla Caritas, anche perché casi del genere non si erano registrati in passato. Nell’ultimo periodo, però, i clochard stanno aumentando anche alle falde del vulcano.

morto freddo senzatetto