A poco più di due mesi dalle prossime elezioni amministrative nel comune di San Gennaro Vesuviano, dove i cittadini sangennaresi esprimeranno il loro voto per il rinnovo del consiglio comunale, tra i numerosi rappresentanti appartenenti ai vari gruppi politici che a poco a poco emergono e si delineano e che concorreranno per la conquista del Comune, la tensione sale e gli animi cominciano a surriscaldarsi tra programmi e strategie mirate. La novità più significativa di queste imminenti elezioni amministrative 2014 è la modifica della legge per l’elezione dei consigli comunali con l’introduzione di misure volte a rafforzare la presenza delle donne vista la scarsa rappresentazione in politica. La sfida di rendere effettiva la partecipazione attiva delle donne in politica e quindi il primo passo verso un assetto istituzionale completamente democratico, deve partire proprio dai comuni, in quanto luogo meglio indicato per il totale cambiamento. Parlando appunto di più “rosa” negli enti locali, abbiamo incontrato la candidata, Valentina Sommese, sangennarese doc, inserita nella lista “Obiettivo Futuro”.

Sommese, “Obiettivo Futuro” è il nome della lista in cui lei ha avanzato la candidatura per le prossime elezioni, ci può dire da dove nasce questa passione per la politica e il motivo per cui è scesa in campo scegliendo la lista del neo candidato sindaco, Antonio Russo?

«Comincio subito col dire che non tratto direttamente di politica, mi definisco una persona che parla e lavora per il popolo, un’eletta “popolana” a tutti gli effetti. È per me l’inizio di un nuovo percorso, la speranza di tutti noi è che vada tutto per il verso giusto e che si possa proseguire in questo cammino uniti e compatti. La strada che mi ha portata alla candidatura nella lista di Antonio Russo è iniziata insieme a mio padre, nel momento in cui abbiamo capito che io ero giusta per avere a che fare con determinate persone e quindi le mie idee avevano grande sinergia con quest’ultime, non ho esitato a scegliere “Obiettivo Futuro”. Mi trovo in perfetta sintonia con idee, progetti e programmi, “Obiettivo Futuro” non è solamente un gruppo di persone che va a fare politica, ma si tratta di un gioco di squadra teso al raggiungimento di uno scopo comune valido, coerente e deciso senza nulla togliere agli altri rappresentanti politici che concorreranno con noi in vista delle elezioni».

Quale sarà il suo settore di competenza, le idee programmatiche e gli obiettivi da raggiungere nel caso in cui Obiettivo Futuro dovesse essere la lista vincitrice delle elezioni?

«Se a maggio la lista di Antonio Russo dovesse imporsi alle elezioni e quindi diventare la nuova amministrazione comunale di San Gennaro Vesuviano, sicuramente metterei a disposizione della cittadinanza tutto ciò che ho fatto e ho maturato in tanti anni nel settore dello spettacolo, della cultura e del mondo dell’animazione e intrattenimento. L’obiettivo fondamentale è rivolto soprattutto a dare qualcosa ai giovani. Per tanti anni ho messo a disposizione della cittadinanza tutte le piccole cose che sapevo fare nel mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento, fra danza, presentazioni, cabaret e animazioni; adesso penso sia arrivato il momento di divulgare in maniera decisa tutto questo, tenendo presente soprattutto i giovani sangennaresi che ad oggi in questo paese non hanno punti di riferimento. Determinante sarà anche la valorizzazione delle contrade di cui oggi hanno una scarna se non inesistente considerazione, dare risalto alle piccole stradine del paese è un obiettivo fondamentale per lo sviluppo socio-culturale. Altro fattore che ritengo di fondamentale importanza è quello di dare maggiore risalto alle persone meno fortunate, mi riferisco ai disabili. Lo scopo è quello di favorire il completo inserimento di questi ragazzi all’interno della società, San Gennaro Vesuviano può e deve dare di più in merito. Auspichiamo un vero e proprio cambiamento di mentalità da parte nostra e indirizzato a queste persone, teso a facilitare la nascita di una cultura nuova, più responsabile, più sensibile. Ripeto, il riferimento principale, la base di partenza per il raggiungimento di tutti gli obiettivi sono appunto i giovani, il nostro gruppo pensa al futuro, un futuro leale e trasparente per amministrare San Gennaro Vesuviano nel migliore dei modi».        

Secondo lei, in questi cinque anni l’attuale amministrazione ha agito secondo i giusti criteri nel campo dello spettacolo, cultura e intrattenimento?

«L’attuale amministrazione ha lavorato secondo criteri che ritenevano giusti in questa tipologia di lavoro. Certo non posso giudicare a 360 gradi perché non mi ritengo a tutti gli effetti una professionista di questo settore, ho le mie idee e le metterò in atto nel momento in cui dovessimo essere eletti. Voglio ancora sottolineare che l’attuale amministrazione ha svolto e quindi diffuso le proprie idee in questo settore, attraverso punti di vista che hanno ritenuto opportuno. Non mi sento nella condizione di giudicare positivamente o negativamente l’operato di questa amministrazione».

In una recente intervista della nostra redazione al dottore Antonio Russo, questi dichiarava: “ I cittadini sangennaresi non devono mollare, chiedo una partecipazione massiva. Bisogna essere coraggiosi per cambiare in meglio San Gennaro Vesuviano”. Lei cosa vuole trasmettere e cosa chiede ai cittadini di San Gennaro Vesuviano?

«Io chiedo di capire realmente cosa rappresenta per noi il futuro. I cittadini se devono prendere delle determinate decisioni su qualsiasi punto di vista devono dapprima pensare ai giovani e ai bambini, Obiettivo Futuro si propone come validissimo appoggio per tutto ciò».

valentina sommese