Entro domani si conoscerà il destino che attende Carmine Francesco Valentino, il bimbo di appena quattro giorni ritrovato dieci giorni fa all’interno di una busta della spesa sotto i sedili del convoglio della Circumvesuviana che collega Napoli a Baiano, in provincia di Avellino. Se la madre, o uno dei genitori, non dovessero presentarsi per il riconoscimento il Tribunale dei minorenni avvierà le pratiche per l’affidamento e la successiva adozione.

Carmine Francesco, registrato all’ufficio anagrafe del comune di Baiano con il cognome Valentino, viene amorevolmente accudito da medici e infermieri del reparto di Neonatologia dell’ospedale “Moscati” di Avellino: gode ottima salute e il suo peso, oggi di due chilogrammi e seicento, è in costante aumento. Tantissime le richieste di adozione pervenute sulle quali deciderà il magistrato.

Sul fronte delle indagini per individuare la persona che ha abbandonato il bambino, non ci sarebbero novità: dalle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza nelle venticinque stazioni tra Napoli e Baiano, l’attenzione degli investigatori si è concentrata su una donna tra i 35-40 anni di età, visibilmente provata, che indossava abiti medio-orientali.

Interno Circumvesuviana