«Sono sereno, la legalità e la trasparenza sono due requisiti sempre validi nel percorso scelto per amministrare il paese». Queste sono state le parole d’apertura del sindaco facente funzioni, Stefano Pagano, nel consiglio comunale convocato in seduta straordinaria e urgente da parte del presidente, Salvatore Annunziata, per i fatti incresciosi accaduti al primo cittadino nella scorsa settimana, quando ha ritrovato una testa di maiale davanti alla propria abitazione. C’è stato un monologo da parte di Pagano che commosso per la solidarietà avuta nei giorni scorsi, non ha smesso di lottare per ben salvaguardare Terzigno.

Ha ripetuto più volte che convocherà nella settimana prossima i membri della maggioranza e dell’opposizione affinché si trovi una giusta intesa di vedute per rilanciare la cittadina vesuviana. Cosciente degli innumerevoli sforzi e sacrifici da fare, cosciente delle problematiche che attanagliano il paese, cosciente soprattutto della grave crisi economica che attanaglia l’intera nazione, si oppone con forza a tutti quelli che non vogliono il bene di Terzigno. In un momento del suo intervento ha rilevato come i cittadini siano lontani dalle istituzioni, lontani «perché non hanno fiducia e perché non vedono un futuro roseo, noi – continua Pagano – che siamo stati scelti a rappresentare il paese dobbiamo dare ancora di più, sono pronto anche ad azzerare la Giunta se non vedo che tutti remano nella stessa e identica direzione».

«Siamo pronti a metterci al servizio del paese ancora più di prima, con uno spirito sempre forte ad affrontare le problematiche che si presentano». Al termine del lungo monologo, il presidente ha fissato appuntamento alla settimana prossima, quando ci sarà un nuovo consiglio comunale con tre punti salienti da affrontare.

sindaco pagano