Festa della Primavera, a San Gennaro 3 mesi di show per i 400 anni della Fiera Vesuviana


441

Dall’11 al 13 aprile nella centralissima piazza Margherita di San Gennaro Vesuviano si terrà la Festa della Primavera, manifestazione organizzata dalle associazioni di San Gennaro Vesuviano. È l’auspicio di una nuova Primavera per la comunità sangennarese, una rinascita fondata sulla riscoperta della  storia e della cultura, partendo dalla celebrazione del quartocentenario della Fiera Vesuviana e del Convento Francescano. Il mondo dell’associazionismo, che opera incessantemente sul territorio, propone quest’iniziativa in accordo con le istituzioni, non per istituzionalizzarla, cosa che equivarrebbe a burocratizzarla ed a svuotarla. Il successo delle ultime edizioni della Fiera, con le molteplici iniziative proposte in vari settori dell’economia e della cultura, indicano la strada per organizzare manifestazioni partecipate e condivise: a ciascuno il suo spazio e la sua visibilità. Le tematiche proposte mirano a rileggere il passato, per ricavarne il messaggio da presentare in forme e linguaggi nuovi, adatti alla moderna sensibilità e nello stesso tempo idonei a scoprire e rivelare il presente nelle sue più svariate articolazioni.



Corposo il programma dell’evento sangennarese, si comincia il venerdì con l’inaugurazione nel chiostro conventuale del concorso di fumetto, l’apertura degli stand in piazza Margherita per “Cibo e Dintorni”, veri e propri mercatini dove aziende casearie, biologiche, vitivinicole e di trasformazione del circondario, con i loro prodotti tipici effettueranno attività di degustazione, esposizione e vendita. Un grande concerto Pop a cura del liceo musicale “Karol Wojtyla”, degustazioni di prodotti tipici della cucina francescana e della tradizione contadina e molto altro chiuderanno la prima di tre piacevolissime serate. Il sabato mattina, dopo l’apertura degli stand, nel chiostro del convento francescano andrà in scena un’importante presentazione culturale, “Scopriamo la nostra storia” a cura del Centro Studi e Ricerche “Michele D’Avino”, mentre nella zona adiacente alla struttura conventuale si susseguiranno fino al pomeriggio giochi per i più piccoli, tornei di calciobalilla e tennis da tavolo. Grande interesse sarà destinato alle esibizioni dei giochi popolari, il tiro alla fune, la corsa con cerchio di botti, la corsa nei sacchi e tanti altri giochi della tradizione che hanno accompagnato l’infanzia e non solo di molte generazioni di ragazzi.

Nel tardo pomeriggio nella sala consiliare si assisterà alla “Giornata di Pace” organizzata dall’associazione Arti e Mestieri in collaborazione con l’Unicef. Il brindisi di mezzanotte decreterà la fine di una goliardica serata tra degustazioni di pasticceria artigianale organizzate dai bar del paese e musica con “Donato Falco live show”. Infine la domenica, si parte con “Fumettando Qua e La”, illustrazione tecniche di disegno. Nel pomeriggio l’associazione “Diamoci una mano” presenterà “In carrozzella” abbattiamo le barriere, seguita dalle premiazioni sui tornei e del concorso di fumetto. In serata, fra intrattenimento e musica, avverrà l’estrazione del premio Primavera con tanto di fuochi d’artificio a coronare la felicità di un paese in festa. Il lungo programma della Festa della Primavera si prolungherà per tutto il mese di aprile e parte di maggio e giugno, infatti il giorno 25 nel campo sportivo “Scipione Pignatelli” andrà in scena “La Partita del Cuore” a cura dell’associazione Onlus “Le fate di Arianna” con la partecipazione all’evento delle associazioni Diamoci una mano e Insieme per l’avvenire. Il giorno seguente “Artisti in tour per il risveglio di Fabio” a cura dell’associazione Noi Polizia.

Il 27 aprile gli alunni dell’Isis Caravaggio e dilettanti della pittura parteciperanno all’evento organizzato da Vesuvian Book and Arts, “Estemporanea di Pittura” e la pedalata ecologica denominata “Tour delle Contrade” a cura dell’associazione ciclistica Freedom Bike. L’associazione turistica Pro Loco San Gennaro organizza il 3 maggio il quiz show “Gli Insoliti Ignoti”, mentre il 13, 14, 15 giugno “Festa Rionale località Macchioni”. «Questo progetto vuole promuovere lo sviluppo del territorio tramite ogni iniziativa possibile, dal mondo dell’alimentazione e quindi la presenza di aziende tese a valorizzare il prodotto tipico della nostra terra, al mondo della cultura, dell’intrattenimento e dello spettacolo. Un evento che mira a rafforzare l’economia nel proprio interno grazie anche all’ampia collaborazione di gran parte degli esercenti di San Gennaro Vesuviano. La speranza è che tale manifestazione serva come trampolino di lancio ad eventuali eventi futuri», spiega Gianfranco Parisi presidente dell’associazione arti e mestieri e coordinatore della Festa della Primavera.

fiera

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE