Un’altra fumata nera. Ancora un rinvio per la legge sul nuovo piano paesaggistico della Campania. L’esame del testo, inizialmente previsto per ieri, è slittato ancora una volta. Una decisione che non è piaciuta ai 13 sindaci dei comuni vesuviani guidati dal primo cittadino di Ottaviano, Luca Capasso, presidente della comunità del Parco Nazionale del Vesuvio, che hanno incontrato il presidente del consiglio regionale, Paolo Romano, con l’obiettivo di sollecitare l’approvazione della legge in stallo da due anni e mezzo.

Il rinvio è dovuto al mancato accordo con il Pd. Un tira e molla che ha fatto infuriare i sindaci del vesuviano. Da due anni e mezzo migliaia di cittadini dei comuni della zona rossa attendono dal consiglio regionale l’approvazione del nuovo piano paesaggistico per completare l’iter burocratico delle pratiche di condono edilizio.

Tuona contro l’ennesimo rinvio Luca Capasso, sindaco di Ottaviano: «Comprendiamo tutte le ragioni, ma se il Pd continua a fare ostruzionismo esiste una maggioranza che avrebbe il dovere di prendersi le proprie responsabilità e portare a termine l’approvazione della legge».

vesuvio formazione