È stato riconosciuto attraverso alcuni oggetti personali, Francesco Fattoruso, il 45enne pregiudicato il cui cadavere è stato ritrovato ieri pomeriggio nella zona della Statale 268 a Boscoreale, ai confini con il vicino comune di Poggiomarino, nell’auto della compagna distrutta dalle fiamme.

Per avere la conferma sull’identità del corpo carbonizzato bisognerà comunque attendere l’autopsia, anche se gli inquirenti – sul caso indagano i carabinieri di Torre Annunziata sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia – sembrano oramai avere pochi dubbi. I militari dell’Arma sono riusciti a rintracciare ieri sera la compagna dell’uomo, proprietaria della vettura, che agli inquirenti ha raccontato di essere stata in mattinata con Fattoruso prima di averlo lasciato e di avere poi appreso della notizia del ritrovamento della sua auto, una Volkswagen Tiguan, completamente distrutta dalle fiamme.

Gli inquirenti hanno finora ricostruito diversi episodi a carico del 45enne per spaccio di droga, anche se Fattoruso non risulterebbe affiliato ad alcun clan. In passato l’uomo ha gestito un sexy shop a Scafati, attività oggi chiusa.

fattorusso