Dalla Gori riceviamo e volentieri pubblichiamo

In relazione all’articolo dal titolo “Blitz Gori a Palma, staccata l’acqua a centinaia di utenti: scoppia la rivolta”, Gori intende effettuare alcune precisazioni.

L’Azienda opera nel pieno rispetto delle normative vigenti, ed in particolare del Regolamento del Servizio Idrico Integrato, a maggior ragione in relazione a situazioni spiacevoli quale ad esempio la sospensione della fornitura idrica dovuta al mancato pagamento dei consumi. Gori proseguirà senza alcuna sosta in questa vera e propria battaglia di legalità, a tutela della stragrande maggioranza dei cittadini che regolarmente pagano per il servizio che ricevono. In relazione alle fasce della popolazione che vivono particolari disagi economici sono da tempo in vigore le agevolazioni tariffarie approvate proprio dall’assemblea dei sindaci dell’Ato 3, che danno diritto a coloro che hanno un reddito inferiore ai 7.000 euro annui, risultante dalla certificazione Isee, di ricevere 25mila litri di acqua gratis ogni 3 mesi.

L’accesso alle agevolazioni avviene mediante apposita richiesta da presentare agli sportelli GORI al pubblico, con allegato documento d’identità del richiedente e certificazione Isee relativa all’ultimo anno. «Le attività di contrasto al fenomeno della morosità – spiega il presidente di Gori, Amedeo Laboccetta – andranno avanti a garanzia dell’intera popolazione di Palma Campania. Piuttosto, mi permetto di invitare garbatamente il sindaco di Palma Campania a dare la più ampia diffusione possibile agli strumenti di tutela per i ceti deboli, come quello relativo alle agevolazioni tariffarie. Gori è certamente ferma nel far rispettare le leggi vigenti, ma allo stesso tempo mostra e mostrerà sempre maggiore attenzione verso quei cittadini che vivono situazioni di disagio economico».

acqua boscoreale