Bilancio partecipativo e fondi alle associazioni: i dubbi del candidato sindaco Tripaldi


212

In merito al manifesto ed al comunicato emanato da alcune associazioni della città di Nola sull’assegnazione di 110mila euro ad alcuni progetti legati al terzo settore, il candidato a sindaco Mariafranca Tripaldi esprime le sue considerazioni. «Fa sempre piacere quando un’amministrazione comunale decide di investire risorse importanti per una serie di progetti a favore della comunità – spiega la Tripaldi – Chi mi conosce sa bene che non mi piace criticare semplicemente perché si appartiene a schieramenti politici differenti. Ma come spesso accade a Nola ,ci sono molti aspetti poco chiari».



«Molte associazioni – continua – si sono lamentate di non aver ricevuto alcuna comunicazione ufficiale in merito alla possibilità di aver accesso a questi fondi, mentre ritengo che sarebbe stato forse più corretto mettere tutti nelle condizioni di poter presentare un progetto. Senza dimenticare che l’amministrazione comunale non ha ancora indicato quali siano i requisiti che ogni associazione deve avere per poter accedere a questi fondi, ad eccezione della fattibilità del progetto. Le associazioni cittadine infatti, circa un anno fa, presentarono una raccolta di firme per avviare un censimento delle stesse proprio in prospettiva di tali iniziative e per evitare che, in periodo di campagna elettorale, potessero nascere associazioni create ad hoc per accedere ai fondi. A prescindere da tutto, mi fa piacere, come cittadina nolana, che ad alcune importanti associazioni venga data la possibilità di fare tanto per la nostra comunità».

«La speranza – conclude la candidata a sindaco di Nola – è che non si ripeta ciò che è avvenuto nel 2012, quando un’associazione, assegnataria di fondi per la realizzazione di un importante progetto legato al turismo, si ritrovò nell’impossibilità di portarlo a compimento causa mancata erogazione dei fondi stessi. Non è di poco conto sottolineare che si è lontani dal poter definire questa strategia populistica come bilancio partecipativo».

Mariafranca Tripaldi

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE