I carabinieri della stazione di Pomigliano d’Arco hanno denunciato in stato di libertà due meccanici del luogo, un 31enne e un 33enne. Il motivo, ancora una volta, lo scarico dei liquami direttamente nel sistema fognario pubblico.

Nel corso di controlli nella loro officina meccanica in via Passariello, infatti, i militari dell’Arma hanno accertato che lo smaltimento delle acque nere e reflue avveniva direttamente nelle rete fognaria comunale senza il previsto passaggio dalle previste vasche di decantazione.

All’interno dell’officina, inoltre, sono stati rinvenuti rifiuti speciali e pericolosi come batterie esauste, pezzi di motore, oli esausti e parti meccaniche varie. Il locale, infine, era sprovvisto di licenza sanitaria.

carabinieri officina