Il vescovo di Nola, Beniamino Depalma, ha incontrato il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, per essere aggiornato sullo stato dei lavori di messa in sicurezza della Strada statale 268, pochi giorni fa ancora teatro di un grave incidente. «Non è compito della Chiesa di Nola – ha dichiarato Depalma – indicare le modalità per garantire la sicurezza su un’importante arteria di collegamento. La Chiesa di Nola non può però non contribuire a mantenere alta l’attenzione perché la Strada statale 268 non costituisca più un pericolo per la vita dei cittadini».

«Per questo invito i soggetti istituzionali atti a risolvere il problema a trovare una soluzione immediata – dice ancora il vescovo – ed esprimo la mia solidarietà ai sindaci e ai cittadini impegnati perché si adottino interventi rapidissimi e non si giunga alla chiusura della Strada statale 268. La vita – ha aggiunto – è un bene prezioso da tutelare sempre, per questo va garantita la dovuta sicurezza a chi guida così come chi guida è tenuto a garantire la dovuta prudenza e il dovuto rispetto delle regole». Il sindaco Capasso e monsignor Depalma si sono incontrati presso la Curia di Nola. Il primo cittadino di Ottaviano ha illustrato la questione della 268 al Vescovo e lo ha ringraziato per l’interessamento e l’attenzione che sta mostrando per questa importante problematica.

«Quella di Sua Eccellenza è una voce autorevole, che rende ancora più forte la battaglia che stiamo portando avanti, io e gli altri sindaci del territorio, per la messa in sicurezza della strada statale. A lui va il mio ringraziamento personale e quello di tutti i cittadini di Ottaviano: ci sentiamo rinfrancati dalla sua vicinanza». Aggiunge Capasso: «Le parole di Depalma sono chiarissime e si aggiungono a quelle dei sindaci, dei cittadini e delle associazioni: ora le istituzioni facciano presto».

268 incidente